Seminario: Analisi di strutture in calcestruzzo armato soggette a danno localizzato

20.10.2020

 

SEMINARIO

Analisi di strutture in calcestruzzo armato soggette a danno localizzato

In modalità FAD sincrona

Martedì 20 ottobre 2020 – orario 9.00 – 13.30

 

Saranno riconosciuti 4 CFP con obbligo di frequenza pari  al 100%.

OBIETTIVI DEL SEMINARIO

Il Seminario si propone di introdurre i partecipanti alle problematiche connesse al degrado delle strutture in calcestruzzo armato. Verranno trattati i temi del rilievo, della diagnostica, dei controlli, del monitoraggio strutturale e verrà mostrato, con analisi non lineari GLOBALI, come il danno LOCALIZZATO - degrado del calcestruzzo e corrosione delle barre di armatura – modifica gli indicatori di sicurezza, rispetto alla struttura integra. Il filo conduttore sarà l’approccio “Olistico” alle strutture esistenti in calcestruzzo armato. Approccio che prevede - già a partire dal sopralluogo preliminare – uno studio coordinato e simultaneo dell’opera esistente da parte di varie “figure” specialistiche. Ciò al fine di superare il particolarismo del singolo tecnico in favore di una visione complessiva che deve necessariamente coinvolgere gli esperti dei vari campi dell’ingegneria civile con l’obbiettivo di consegnare al cliente finale un quadro esaustivo delle prestazioni strutturali dell’opera in esame.

Iscrizioni: sul portale ISI Formazione dell’Ordine Ingegneri di Pordenone (www.isiformazione.it) procedere con le proprie credenziali.

 Il Seminario si svolgerà in modalità streaming sincrono con interazione collettiva e singola bidirezionale docente/discente/tutor in modalità audio e video attraverso la piattaforma Zoom.it.

Per partecipare è necessario un pc con webcam e connessione internet (la webcam dovrà rimanere accesa per tutta la durata dell’evento). 

I partecipanti il giorno prima dell’evento riceveranno una mail contenente il link, tramite il quale accederanno all’aula virtuale della piattaforma ZOOM.

La partecipazione al Seminario è gratuita ed è riservata agli Ingegneri iscritti all’Ordine di Pordenone.