INDUSTRIA 4.0 Dichiarazione di interesse e disponibilità

01.02.2018

Con la legge finanziaria dell’ 11 dicembre 2016, n. 232, il Parlamento ha prorogato e introdotto una serie di iniziative volte al supporto del piano “industria 4.0”.

 In modo particolare gli strumenti del super-ammortamento e iper-ammortamento per una serie di investimenti che rispettano i requisiti elencati all’interno della legge 232, successivi regolamenti e chiarimenti dell’agenzia delle Entrate. Nell’ambito della procedura per accedere agli incentivi è richiesta: 

  • per i beni dal costo unitario di acquisizione superiore a 500.000 euro, da una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale - che devono dichiarare la propria “terzietà” rispetto ai produttori e/o fornitori dei beni strumentali, servizi e beni immateriali oggetto della perizia - iscritti nei rispettivi albi professionali, ovvero da un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato; la perizia (o l’attestato) può anche riguardare una pluralità di beni agevolati;

  • per i beni dal costo unitario di acquisizione inferiore o uguale a 500.000 euro, da una dichiarazione resa dal legale rappresentante resa ai sensi del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa (tale dichiarazione può anche essere sostituita dalla perizia tecnica giurata o dall’attestato di conformità di cui al punto precedente).

Va altresì specificato che l’ Agenzia delle Entrate nella circolare N.4/E del 30/03/2017 indica l’opportunità di un’analisi tecnica anche per i beni di costo inferiore ai 500’000 euro, che attesti il soddisfacimento dei requisiti di legge.

Il piano “industria 4.0” prevede anche la creazione a livello locale di aggregazioni di enti in “Digital Innovation Hub”  con lo scopo di diffondere la conoscenza delle opportunità in ambito industria 4.0 e accompagnare le industrie nei percorsi di ammodernamento tecnologico.

L’Ordine degli Ingegneri di Pordenone è membro fondatore del DiEx, il digital innovation hub del Friuli Venezia Giulia e Veneto Orientale.

Nell’ambito di una partecipazione attiva all’interno del DiEx l'Ordine ha creato un elenco di ingegneri abilitati da sottoporre alle aziende che facessero richiesta di professionisti per i servizi sopra indicati.

Gli iscritti interessati all'inserimento nell'elenco possono inviare (a mezzo PEC o mail allegando copia di un documento d’identità) dichiarazione di interesse e disponibilità, dichiarazione di stipula RC professionale in ottemperanza all’art.5 del D.P.R. 137/07.08.2012,  il proprio C.V. professionale nel quale vi sia evidenza di competenze e/o esperienze professionali compatibili con uno o più dei seguenti settori disciplinari: 

  • Meccanica con elementi di automazione

  • Meccatronica

  • Elettronica

  • Informatica